NITTO ATP FINALS – FESTA IN GIARDINO D’INVERNO

NITTO ATP FINALS – FESTA IN GIARDINO D’INVERNO

Le Nitto ATP Finals 2023 (dal 12 al 19 novembre), sono state un grande successo, e posizionano Torino con sempre maggior decisione nel mondo del grande tennis internazionale. Studio Camerana ha contribuito a nutrire questo immaginario e rinsaldare questo legame, progettando per il terzo anno consecutivo tutti gli allestimenti temporanei per la manifestazione sportiva, compresi gli adattamenti delle le strutture permanenti per gli incontri al Pala Alpitour. Dopo aver realizzato nel 2021 il villaggio dei partner commerciali in Piazza San Carlo, nel 2022 lo aveva rimodulato in modo più coinvolgente, dedicando un’intera area per il ristoro e ideando delle postazioni per vedere le partite trasmesse in diretta. Già l’anno scorso il Fan Village era stato delocalizzato in Piazza d’Armi, adiacente al Pala Alpitour, per condensare nella stessa area tutte le attività legate all’evento, ma soprattutto aprire uno spazio pubblico simbolicamente e concretamente naturale estensione dello spettacolo messo in scena nel palazzetto.

Ma è con l’edizione del 2023 che Federazione Italiana Tennis con Benedetto Camerana perfezionano il Fan Village coinvolgendo pienamente la cittadinanza. Avevamo anticipato come la superficie fosse aumentata per inaugurare un nuovo padiglione: il “Giardino d’inverno”, un playgarden di 2.400 metri quadri con quattro campi da pickleball, coperti da una struttura leggerissima e trasparente, circondati da alberi e piante. Qui si è disputato il primo torneo italiano di pickleball – un formato semplificato di mini tennis che sta spopolando negli Usa –  aperto a tutti. Inoltre una nuova area dedicata ai videogiochi ha regalato un’esperienza di divertimento per fan di tutte le età. Accanto a quest’area più immersiva, Camerana ha presentato anche quest’anno la Food Court, con un’offerta enogastronomica ancora più ricca, e il padiglione dei partner commerciali, dal Salone del Libro alla Regione Piemonte, dal Turismo Torino a Tutto Sport.

L’intero progetto rispetta i criteri ambientali e sociali ESG. Nel playgarden una temperatura accogliente è stata infatti garantita dal materiale della copertura speciale che permette alla luce naturale del sole di filtrare e scaldare gli interni. Camerana non si limita a innestare la natura nello spazio urbano, ma crea le condizioni per una sorta di serra bioclimatica. Le piante hanno sostituito gran parte dei pavimenti in moquette e vinile, le sedute Green e i prati hanno accolto i fan che seguivano le partite del torneo, gratuitamente e in compagnia. Al termine della manifestazione gli inserti vegetali hanno trovato nuova vita, come d’altronde lo avevano già fatto gli altri materiali di allestimento, quasi integralmente recuperati dalle precedenti edizioni – a partire dall’iconica palla da tennis che ospita il bar.